Mediatore Familiare

Il mediatore familiare è un professionista specializzato nella risoluzione delle controversie tra coppie e nella riorganizzazione delle relazioni familiari in caso di divorzio o separazione.

La funzione principale del mediatore familiare è quella di assicurare la bigenitorialità e quindi salvaguardare i diritti dei figli coinvolti nella crisi coniugale, specialmente se minori.

Lo scopo del mediatore è raggiungere un accordo volontario e tutelare gli interessi familiari, soprattutto in presenza di figli minori. Il mediatore organizza degli incontri dove, alla presenza di entrambi i coniugi, cerca di trovare una soluzione consensuale in materia di gestione dei figli, questioni economiche, spese ordinarie e straordinarie.

Il mediatore familiare non deve dare giudizi sul caso (poiché non è un giudice) ma aiutare le coppie a comunicare tra loro, ponendosi in una condizione di neutralità.

La mediazione familiare regola anche i disaccordi sulla gestione della casa o del patrimonio di una famiglia in senso più ampio, integrando un percorso di mediazione civile.

La mediazione familiare può evitare cause lunghe e litigi dolorosi, in caso di separazioni, divorzi, divisioni ereditarie, assistenza ai genitori anziani. Può migliorare il dialogo in famiglia, per portare serenità in una convivenza problematica o fastidiosa o per gestire le relazioni fraterne conflittuali. Può risolvere i problemi legati alla gestione di patrimoni complessi.

Potete ricorrere alla mediazione familiare in tutte le situazioni in cui trovate difficile parlare con i parenti (coniugi, fratelli, nipoti…); quando qualcuno si rifiuta di ascoltare o avete l’impressione di essere ignorati dagli altri; quando sentite che i toni si esasperano e vi accorgete che dialogare diventa faticoso o vi sembra impossibile farlo rispettando le regole di comunicazione efficace.